Lost in Austen..perdendomi a Longbourn

Ne avevo sentito parlare sui vari blog, fanpage e siti dedicati a Jane Austen che seguo assiduamente, e letto anche delle recensioni, sia del carinissimo e divertente libro – che ancora non ho letto, ma è in stato d’ordine su Amazon 😉 sia della serie ispirata ad esso (se volete saperne di più sul libro leggete QUI).
Illustrazione dal gamebook Lost in Austen
Qualche giorno fa, complici la febbre e il mio divano (finalmente!) al ritorno da Torino, ho dedicato la serata alla serie suddetta, Lost in Austen, andata in onda in Italia con il titolo poco azzeccato
“Il romanzo di Amanda”.
..Ed è stato amore..
Una ragazza dei giorni nostri, incantata dai tempi di Jane Austen, dalle loro “maniere e linguaggio, storie d’amore e cortesia”..che ammira Elizabeth Bennet e che si sente innamorata di Darcy da anni..che ad ogni lettura del romanzo si sente lì, nella campagna inglese, o con vestiti di crinolina ai balli o a passeggiare nel parco di Pemberley..
..dove l’ho già conosciuta una così, aspetta..
Ah sì, sono io 🙂
Ed è così Amanda Price, la protagonista, insoddisfatta della propria vita e della sua storia d’amore.
Sono così quasi tutte quelle che amano Jane e il suo Orgoglio & Pregiudizio.
Magari anche alcune di voi che stanno leggendo 🙂
“It is a truth generally acknowledged 
that we are all longing to escape.
I escape always to my favourite book”
(“E’ una verità generalmente riconosciuta
che desideriamo tutti ardentemente evadere.
Io evado sempre nel mio libro preferito”)
..e una sera Amanda si ritrova Elizabeth Bennet nel bagno.
Sì, proprio la nostra Lizzy. In bagno.
Attraverso una porta arriva poi nella residenza dei Bennet, scambiando la sua vita con quella di Lizzy, spacciandosi per una sua amica proveniente da una zona più moderna di Londra.
Partecipando al ballo di Meryton e a quello di Netherfield, all’incontro con Mr. Collins (ancora più tremendo che nel libro e nei film!) e con Wickham, conoscendo la cara Jane, conversando con Mr. Bennet (qua ancora più eccezionale) e cercando di difendersi da Mrs. Bennet e Caroline Bingley.
Disorientata, sospettosa..le ci vuole un po’ per riprendersi e godersi finalmente i luoghi e le persone che da sempre sognava di conoscere.
Ma non fa in tempo a rilassarsi, che deve cercare di non stravolgere la storia!
E abituarsi anche al fatto che ai quei tempi molte cose mancavano (es. lo spazzolino!).
Dialoghi, abiti, ricostruzione dei luoghi e dei personaggi del romanzo, trovo che sia stato tutto reso benissimo! La storia ti cattura subito, vuoi vedere cosa succede dopo, perché non c’è un attimo in cui non avvenga qualcosa. E poi, si scoppia a ridere in molte scene :))
(una in particolare..emm..)
 
E d’altronde, metti una ragazza coi capelli tinti ramati, il giacchetto di pelle, i pantaloni, che usa un linguaggio con termini sconosciuti (insegna al neon?) e che sembra saperne troppo..
..non possono che accadere disastri.
Ma poi..ma poi..
Proseguendo ci sono colpi di scena estranei al romanzo, che lasciano perplessi per un attimo, ma che non ho trovato per nulla fuori luogo. Me li sono goduti.
Guardatelo, senza indugi!
Possibilmente in lingua originale, con i sottotitoli in italiano così non vi sfugge nulla,
perché la loro pronuncia e i loro modi sono perfetti!
Questo è il link alla prima parte del primo episodio,
poi da lì potete vedere gli altri cercandoli nella colonna a destra (sono 4 episodi di 4 parti ciascuno).
Enjoy and have a ball! 🙂

6 comments

  1. Il libro ancora non ho avuto modo di leggerlo ma la miniserie è fantastica…. quante volte ho pensato a come potesse essere bello trovarmi catapultata lì ma Amanda dimostra che poi tanto facile non è!

    Mi piace

  2. Vero..è da immaginarselo! Basta pensare a tutte le mancanze che potremmo avvertire vivendo in quel secolo, alla differenza nel linguaggio, a tutte le loro convenzioni, regole, mentalità. Eppure Amanda alla fine ci si trova bene 🙂 D'altronde, accanto a Darcy, Jane e Mr. Bennet..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...