Tre posti preziosi di Praga lontani dalla folla

Ho cercato di far vedere la città con sguardo meno turistico e più da viaggiatore immerso nella storia anche al mio compagno di viaggio. Concentrandoci entrambi sulle piazze, i ponti, le case pittoresche, le stradine acciottolate in salita e immaginando tutto senza folla. Pensando che davvero una volta qui, dentro questi cancelli, questa basilica e questo castello, camminarono l’imperatore Carlo, re Rodolfo, un gruppetto di alchimisti, il riformatore Jan Hus… Sì, è stato tutto reso turistico, ristrutturato, ma è nato così, per scopi imperiali e religiosi, non turistici.
Strizziamo gli occhi, eliminiamo tutti i giapponesi con le astine da selfie, le comitive di studenti italiani e i gruppi chiassosi. E proviamo a immaginarcela a quel tempo.

Con questo spirito abbiamo passeggiato per la città, scoprendo angoli molto meno affollati e più autentici.

Novy Svet
A pochi passi dal Castello, giù per una stradina accanto al convento di Loreto, c’è questo piccolo, prezioso quartiere, quasi un villaggio rimasto nel Medioevo, con case uscite da una fiaba. Non c’era nessuno, se non due bimbe che giocavano a nascondino e alcuni anziani che passeggiavano. Come tante altre in città, anche qui ogni casa ha uno stemma e un nome. In altri tempi, vi abitavano i lavoratori del Castello.

Mentre scende il buio si accendono i lampioni lungo la stradina acciottolata e continua l’incanto, ma poi, girando l’angolo in fondo, appare un’altra meraviglia. Una casa bassa, di legno, con una fontana, della legna accatastata e un caminetto acceso che si intravede dalla finestra. Scopriamo con gioia che si tratta di una caffetteria (dell’hotel U Raka) aperta a clienti esterni. E’ quasi valsa tutto il viaggio.

 

 

Collina Petřín

Di fianco al nostro hotel e al monastero Strahov, all’inizio della Via Nerudova che scende fino a Mala Strana e alla Moldava, inizia un sentiero che, diramandosi più e più volte, percorre tutta la collina attraverso il bosco, fino ad arrivare alla stazione della funicolare o giù fino al fiume e verso il centro.

Il bosco e il parco sono molto frequentati dagli abitanti, ma di turisti oltre il primo tratto nemmeno l’ombra. Cerco sempre le zone verdi di una città, i parchi e le colline, e ho voluto scendere verso il fiume passando di qui, ammirando Stare Mesto e la Moldava dall’alto, prima di arrivare in un altro angolo più celato e tranquillo, anche se vicinissimo a uno dei punti più affollati della città.

 

 

Isola di Kampa
Se si guarda in basso dopo la prima Torre e poi si scende dall’affollatissimo Ponte Carlo usando gli scalini sulla destra (con Mala Strana alle spalle), si scorgono dei canali interni, una specie di Venezia ridotta, con piazzette, parchi e mulini. E’ l’isoletta di Kampa, considerata la seconda isola cittadina più romantica del mondo (immagino che la prima sia l’Île de la Cité a Parigi?). Ma pochi lo sanno. Stanno tutti sul ponte, guardano in giù un attimo ma poi tirano dritto. Meglio così! Riservata ai migliori. La vista sul fiume è speciale.

Praga è meravigliosa, magica, incantata. Sia tra la folla che nei suoi angoli meno conosciuti. Ma ce ne sono tanti altri che per il poco tempo stavolta non ho visto, come il parco Dikova Sarka, la biblioteca di Strahov, il parco Letna… La Repubblica Ceca, poi, è piena di piccole città, paesi, castelli e foreste che meritano attenzione. Come la celebre e bellissima Cesky Krumlov, il castello Karlstein, Karlovy Vary…Al prossimo viaggio.

4 comments

  1. Sono luoghi comunque conosciuti da abitanti e qualche sporadico turista, ma sono tranquilli e decisamente molto meno battuti dai gruppi di turisti che soffocano ponte Carlo, castello e centro città. Grazie per la visita 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...