C’erano una volta una bambina e le storie che la facevano viaggiare

C’era una volta una bambina di 6 anni che guardava Hook e Peter Pan in videocassetta e osservava rapita i tetti di una città e un fiume dall’alto – che città fosse, ancora non lo sapeva. Poi vide anche Mary Poppins, La carica dei 101, Pomi d’ottone e Manici di scopa, Christmas Carol e Basil l’Investigatopo e quella città continuava ad apparirle davanti. Iniziò a riconoscere quei tetti, quelle case, quel fiume, quella torre con l’orologio che sembrava appartenere a un paese magico.

C’era una volta una bambina di 10 anni che cercava posti tranquilli dove sedersi a leggere, tirava su le ginocchia coi piedi sulla poltrona, noncurante di indossare un vestito con la gonna. Fra tanti libri, ne scoprì uno con la storia di Jane Eyre, e si arrabbiava fino a sentir pungere gli occhi quando Jane bambina veniva maltrattata ingiustamente dagli adulti (com’era possibile che non se ne accorgessero?). Era anche incuriosita da quei luoghi oscuri e ventosi che comparivano nel libro e si chiedeva dove fossero. Di sicuro, non vicino a lei.

PB111207

C’era una volta un’adolescente con la mente sempre altrove, sognatrice è dir poco, a disagio e confusa sia dai grandi che da quelli della sua età. Che amava però la scuola e i libri e, durante una lezione, scoprì delle poesie appartenenti a un secolo da cui era molto attratta. Ispirate da un luogo a nord pieno di laghi e di bianchi cottage. Decise che un giorno ci sarebbe andata.

C’era una volta una trentenne che continuava a guardare i suoi film preferiti di bambina, a leggere i libri che da piccola l’avevano ammaliata – comprando edizioni bellissime da conservare per i bambini che un giorno lei stessa avrebbe avuto. Che si innamorò di altre due storie nate in un posto incantato ancora più a nord. E decise allora di fare di più, decise di andare a rivivere quei racconti laddove sono ambientati. Si mise a cercare sulla mappa tutti quei luoghi, per vedere finalmente quella città che aveva iniziato ad amare ancora prima di visitarla e quel Paese delle Storie. Iniziò così il suo viaggio letterario nel mondo reale.

Quella città era Londra.

Quel Paese delle Storie era la Gran Bretagna.

Quella bambina ero io.

Tour letterario Scozia

 

9 commenti

    • Aaaw grazie 😍 visto che sarei dovuta passare da Genova fra agosto e settembre, ma siamo a fine NOVEMBRE e ancora non ci sono stata, e nel frattempo tu sei di nuovo a Barcellona…mi tocca. Verrò a Barcellona. Che questione faticosa ehehe (io te lo dico, prenoto già in settimana!) 😀

      Liked by 1 persona

  1. Abbiamo anche la testardaggine (se così si può definire) in comune a quanto vedo. O forse è semplicemente avere le idee chiare. Anch’io, a metà tra infanzia ed adolescenza, mi sono innamorata sulla carta (di giornale) di un luogo, dove poi ho trascinato i miei e dove, in seguito a quel viaggio, mi sono ripromessa di stare molto più a lungo di una fugace vacanza. Inutile dire che, come te, ce l’ho fatta 😀

    Mi piace

    • 😄 non so se sia testardaggine o avere le idee chiare, ma mi è venuto tutto spontaneo. Avevo già il viaggio dentro di me senza saperlo 😊 tu dove? E con quali libri ti sei innamorata di quel posto?

      Liked by 1 persona

      • Praga ❤
        Ma io sono un po' tanto fuori di testa, ed ho deciso che l'avrei visitata più o meno a 14 anni leggendo un'intervista del mio calciatore preferito sulla rivista della Fiorentina. Amavo Firenze, e lui, ceco, disse che Firenze gli ricordava tantissimo Praga. Da lì poi un susseguirsi di cose che hanno di fatto aumentato la "fissazione" 😀

        Mi piace

      • Oooh Praga! Mi emoziona ripensarci, non vedo l’ora di tornare prima o poi…è stato il mio primo viaggio con Lui ed è stato un incanto. Infatti lo considero uno dei luoghi magici d’Europa. Tu che la conosci bene e la ami molto, proveresti a leggere quello che avevo scritto su Praga (sono i primissimi articoli di questo blog)? Dimmi se condividi quelle sensazioni…

        Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...