Cotswolds e Val D’Orcia – l’autentica campagna inglese e toscana

PC271374Le colline toscane.
La campagna inglese.

Quante sensazioni evocano queste due immagini?

Si visita un Paese per la prima volta e quello che si desidera vedere è il suo territorio più caratteristico. Se si pensa all’Italia e all’Inghilterra, dopo le città – Roma, Venezia, Firenze, Londra – la prima immagine che si forma nella mente è quella di morbide colline e caratteristiche abitazioni.

La campagna toscana, con le sue tondeggianti colline e i viali di cipressi, i casolari in pietra dalle travi di legno e i pavimenti in cotto. Viene subito voglia di calici di vino, bruschette con l’olio e cantuccini alle mandorle. Agriturismi dove fermarsi lungo la via, botteghine in cui prendere al volo un panino con pecorino e verdure sottolio, da mangiare passeggiando nei vicoli dei borghi medievali. Torri e palazzi rinascimentali che si ammirano da lontano o col naso all’insù, sorgenti termali nascoste nel bosco.

PC271357

La campagna inglese, con i suoi cottage dal tetto di paglia e i manieri aristocratici circondati da parchi e giardini, le colline delimitate dai muretti a secco e le innumerevoli pecore che vagano brucando. Si pensa subito alle passeggiate con gli stivali di gomma incrostati di fango, le piccole sale da tè che ti accolgono appena ricomincia a piovere e i pub dove cenare la sera davanti al fuoco.

IMG_8265

Amo immensamente entrambe. Una ho la fortuna di chiamarla casa, l’altra l’ho sempre sentita come fosse casa. Una ho dovuto conoscerla col tempo, l’altra la sognavo ancora prima di vederla. Mi fa sentire bene anche solo pensare al prossimo viaggio, alla prossima volta in cui trascorrerò le mie giornate camminando fra le stradine di Pienza o seguendo uno dei sentieri appena fuori Bourton-on-the-Water.

 

“Sono assai diverse, ma entrambe posseggono molti dei lati migliori del Paese a cui appartengono. Sono un incanto, un conforto, un bel viaggio lento, un inno ad ogni stagione”

Quella della campagna toscana è un’immagine conosciuta e amata in tutto il mondo – sono nata in quella regione e ho sempre avvertito la sua bellezza, ma in modo distaccato, come se fosse distante interi oceani e continenti e io potessi solo immaginarla. L’ho poi riscoperta con gli anni, tanto da volerle dedicare un viaggio a Natale.

PC281395

La campagna inglese, invece, di solito la si immagina leggendo romanzi o guardando commedie romantiche, ma poi raramente si esce da Londra, se non per visitare Oxford e Stonehenge – e vedendo scorrere la countryside solo di passaggio. Quando finalmente mi sono decisa a partire da sola (poiché in compagnia rivedevo sempre i soliti punti londinesi) sono arrivata nell’Hampshire prima e nei Cotswolds poi…e mi sono sentita a casa. Tanto da volerci tornare dopo qualche mese con lui, a Bath e Lacock. E poi ancora e ancora, fino ad arrivare nelle brughiere dello Yorkshire e nelle Highlands scozzesi. Non più la campagna “quintessentially English” verde e gentile, fatta di cottage e tazze di tè, ma una countryside più scura e selvaggia, con altrettanta pioggia, ancora più vento e di straordinaria bellezza.

IMG_8271

Durante il viaggio di Natale in Val D’Orcia, ad un certo punto mi sono accorta che stavo confrontando le due regioni – che, sempre rustiche sono, ma hanno caratteri ben distinti e rappresentano due nazioni assai diverse, accomunate giusto dalla presenza romana in anni, beh, non recenti. Eppure senza volerlo ho iniziato a scorgere tratti comuni. Su Instagram scrissi così:

Per tutto il tempo, durante il mini-viaggio sulle colline senesi, ho continuato a trovare similitudini fra le campagne toscane e quelle inglesi. Non perché siano paragonabili, ma perché sono l’immagine perfetta che abbiamo tutti nella mente. La Val D’Orcia è la tipica campagna toscana amata in tutto il mondo, con le sue colline morbide, i filari di cipressi, i borghi medievali e i casolari. Mentre i Cotswolds sono la tradizionale campagna inglese, da fiaba e da romanzo, con i suoi villaggi in pietra color miele, i cottage con il tetto in paglia e le pecore indisturbate. Toscana e Inghilterra, entrambe piene di tradizioni e di posti idilliaci. Le mie due case.

 

La campagna toscana è senza dubbio una delle immagini più rappresentative della nostra Italia, per noi e per chi ci visita da ogni parte del mondo. Mentre la regione dei Cotswolds (una zona di colline e villaggi di cottage, poco distante da Oxford) è quella che immaginiamo quando pensiamo alla campagna inglese. Ma non è finita qui:

Lasciata la Val D’Orcia in direzione Volterra, ad un certo punto mi sono come ritrovata nella brughiera inglese. San Galgano, con la sua abbazia che come tetto ha il cielo, è un luogo che le Brontë avrebbero amato. Ci avrebbero tirato fuori un altro romanzo a testa, in un posto simile 😄 gotico, nuvoloso, immerso in un paesaggio brullo e boschivo. Praticamente, il mio viaggio natalizio in Toscana ha replicato quello inglese. Dai Cotswolds allo Yorkshire, dalla campagna alla brughiera.

PC281433

In Toscana ho trovato questa parte più selvatica e arida che mi ha ricordato le brughiere inglesi. Un posto incantato, che si incontra dirigendosi dalla Val D’Orcia più verso mare: la meravigliosa Abbazia di San Galgano, un monastero medievale in rovina (e, poco distante, il piccolo Eremo di Montesiepi dove è conservata la reale Spada nella Roccia!). Un’atmosfera da vero romanzo gotico, soprattutto all’arrivo dei nuvoloni; non sarebbe stato altrettanto evocativo se ci fosse stato il sole. Che è la stessa identica cosa che scrissi quando visitai Haworth, il paesino dello Yorkshire dove vissero Emily, Charlotte ed Emily Brontë. Con il sole, non sarebbe stato lo stesso.

3 commenti

  1. Bellissimo pezzo e stupenda riflessione. Con quel clima, dalle foto, sembrano lo stesso posto.. Io non sono mai stata nella campagna inglese, stavo cercando di organizzare per quest’anno se riesco ma mi è piaciuto tantissimo questo pezzo e ora sembra che io ci sia addirittura stata *_* Grazie!
    ps: Ho una domanda tecnica, la campagna inglese è visitabile con i mezzi pubblici? Non ho la possibilità di affittare automobili 😉 Grazie!

    Liked by 1 persona

    • I Cotswolds sono solo una piccola parte di campagna inglese oltretutto, come pure la Val D’Orcia solo una parte di quella italiana… Ci sono anche l’Hampshire, il Wiltshire, il Surrey, il Sussex, il Kent, lo Yorkshire, il meraviglioso Lake District… Grazie per avermi ricordato che devo ancora fare un sacco di post sull’argomento, non ci ripenso mai 😅
      Intanto comunque sì, è fattibile coi mezzi perché è come ho fatto io! Due settimane da sola e solo e soltanto coi mezzi pubblici. In inverno (marzo), quindi senza nemmeno i servizi aggiuntivi che ci sono in estate. Ho scritto qualcosa su come raggiungere alcuni di quei paesini nel mio post “Tre villaggi letterari inglesi”, ma cercherò di scriverne ancora. Tu se hai bisogno chiedimi! 😊

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...